La Ferrari F12 Berlinetta e l’appartamento

Ferrari-F12-Berlinetta

Dal 1939 non ce n’è stata una brutta. Almeno a sentire un appassionato della casa del Cavallino Rampante, ma questa Ferrari F12 Berlinetta, prima ancora di essere presentata (sarà fatto l’8 Marzo al salone di Ginevra), sembra già mettere d’accordo tutti. I puristi dell’estetica, quelli delle prestazioni, gli appassionati con tanti contanti e che potranno permettersi un gioiellino simile, gli appassionati scannati che resteranno tali, anche senza possederla, e non senza rimpianti.

 

Già perché, con il suo prezzo di listino vicino ai 270.000 € la scelta che si para dinanzi è: metto su casa, mi compro un appartamento, oppure mi faccio il cavallino e rimango senza un quattrino né un tetto?

 

 

E’ palese che si sta solamente ironizzando, poiché chi ha la possibilità di permettersi uno sfizio simile sarà appagato in pieno dall’acquisto effettuato. Del resto questa Ferrari F12 Berlinetta ha tutto dalla sua parte a partire da un’efficienza aerodinamica raddoppiata rispetto a quella della 599, ottenuta grazie a una serie di innovazioni come il cofano motore disegnato per deviare i flussi dell’aria dalla parte superiore della vettura alla fiancata e le prese d’aria per i freni “dinamiche”, che si aprono solo quando serve raffreddarli.

 

E’ inoltre più “schiacciata” a terra: la F12 Berlinetta ha un carico verticale (123 kg a 200 km/h) incrementato del 76% rispetto a quello della 599 ed è più leggera, il telaio e la carrozzeria della F12 Berlinetta sono realizzate interamente in alluminio con 12 diverse leghe e nuove tecniche costruttive che hanno permesso incrementare la rigidità torsionale del 20% e contenere il peso in 1525 kg, 70 in meno rispetto alla precedente Ferrari 599. Da segnalare, negli interni, la barra a led integrata nel volante che segnala al driver quand’è il momento opportuno per cambiare marcia.

 

 

 

 

Il cuore della F12 berlinetta è il nuovo 6.3 V12 della Ferrari FF, mantenuto in posizione anteriore e rivisto per erogare ben 740 CV a 8.250 giri e 690 Nm di coppia a 6.000 giri, anche se l’80% è già disponibile dai 2.500.  Un vero missile. Abbinato esclusivamente al cambio robotizzato a doppia frizione F1 (il manuale non è disponibile neanche su richiesta), secondo la Ferrari, permette alla F12 Berlinetta di raggiungere i 340 km/h, con uno scatto da 0 a 100 km/h in 3,1 secondi e allungare fino a 200 km/h i soli 8,5.

 

Com’è comprensibile una “mandria di cavalli” tale beve. Anche se la Ferrari dichiara consumi “tagliati” del 30% rispetto alla 599, con una percorrenza media di 6,7 km/l. Questi valori sono riferiti però alle F12 Berlinetta dotate del pacchetto HELE che comprende il sistema Start&Stop e il recupero dell’energia in frenata. Ma chi può permettersi un bolide simile non avrà problemi col carburante, nonostante i rincari e le accise. O no?

 

 

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply