Archive for the ‘Sfoghi_Editoriali’ Category

Google Glass e la privacy di riflesso: allarme riconoscimento facciale

GlassGoogle

Il passo fra il Grande Fratello orwelliano e il tempo che stiamo vivendo è nullo o quasi ormai. E non basta selezionare i media a cui aderire, è un semplice onanismo anche quello di mascherarsi dietro mentite spoglie, avatar e nick, convinti di non esser raggiunti: in rete nulla è privato per chi ha i passepartout e li sa usare. L’unica soluzione sarebbe farne a meno, tornare all’uso della primigenia forma di condivisione, quella contestuale. Alle riunioni, alle discussioni, alla partecipazione fisica più di quella virtuale e, quando questa non sia possibile per le distanze, a farne un uso il più protetto possibile. A rinunciare alla raggiungibilità perenne, rendendosi irraggiungibili perfino, anche a costo di spaventare qualcuno. Ma queste sono soluzioni estreme, per adottarle ci vogliono le rivoluzioni culturali, e non è un periodo fertile per proporle o per riuscire a compierle. Del resto basta uscire, andare al supermercato per vedere come siamo finiti.

Louis Ferdinand Céline e l’importanza delle persone sulle cose, video-intervista

Louis_Ferdinand_Celine

Louis Ferdinand Cèline, nome d’arte, all’anagrafe Louis Ferdinand Auguste Destouches, è stato un medico e scrittore francese, ma non uno come gli altri. Un uomo libero, più degli altri. Un uomo controcorrente tout court, si direbbe, ma semplicemente se stesso, al contrario di molti….

Apologo sull’onestà nel paese dei corrotti, Italo Calvino

Italo_Calvino

Così tutte le forme d’illecito, da quelle più sornione a quelle più feroci si saldavano in un sistema che aveva una sua stabilità e compattezza e coerenza e nel quale moltissime persone potevano trovare il loro vantaggio pratico senza perdere il vantaggio morale di sentirsi con la coscienza a posto. Avrebbero potuto dunque dirsi unanimemente felici, gli abitanti di quel paese, non fosse stato per una pur sempre numerosa categoria di cittadini cui non si sapeva quale ruolo attribuire:

Monti, Berlusconi, Craxi e… Il sondaggio d’opinione

MBB

Monti sta al governo grazie al passo indietro di Berlusconi. Craxi stava al governo grazie alla propaganda mediatica di Berlusconi. Berlusconi da Craxi trasse enormi benefici, rimanendo nell’ombra, ancora di più di quando espose la sua fragilità umana alla pubblica piazza, nel quasi ventennio appena trascorso. Bene, Berlusconi da quando Monti è al governo raramente esce dall’ombra. Nel frattempo…