Posts Tagged ‘film’

PREDESTINATION: LA DURA VITA DEL PREDESTINATO

Predestination_Controlux

C’è una donna, sulla carta la predestinata, c’è una storia che si intreccia con quella di un uomo, anche lui predestinato, un uomo che diventa lei stessa a causa di una malformazione congenita, che forse mai donna veramente era stata, che forse mai veramente c’è stata, in un continuo processo di rigenerazione fino alla destinazione finale. La “Predestination” finale. C’è un bar, da cui prende piede tutto, lentamente. E lentamente si comincia a conoscere la vita di questa donna

L’educazione Siberiana e la maleducazione cinematografica di Salvatores: recensione libro e film

educazione-siberiana

Educazione Siberiana, di Nicolai Lilin, qui in recensione, vi farà passare ore piacevoli, vi farà perdere con la fantasia in una realtà lontana nel tempo e nello spazio, vi farà entusiasmare e patteggiare per dei criminali alle volte, vi farà conoscere un popolo smarrito con tutto il suo corollario, vi farà dispiacere per il destino di una ragazza autistica e rallegrarvi per la fine che faranno i suoi aguzzini. Educazione Siberiana di Salvatores invece vi farà rimanere male per la superficialità ed il pressappochismo con cui si è ridotto a zero o quasi un mondo, relegato al conflitto amicale (e ribadiamo banale) che sfocia nella violenza sessuale fino alla vendetta “esercitata“. Per la scomparsa di ogni critica al mondo “legale” delle autorità e delle forze dell’ordine, spesso violente al pari se non peggio dei criminali, già solo se si pensa al capitolo “carcere minorile” del libro.

Le mani sulla città, politica di uno Stato connivente coi potenti, potente con chi non conta niente

LeManiSullaCittà

Come quella del consigliere Nottola, spregiudicato imprenditore del mattone con un futuro da costruire come assessore all’urbanisitica, con il nuovo piano regolatore. E grazie al partito, di centro (DC), a cui si associa appena voltata la faccia al suo vecchio partito di destra, poco prima delle elezioni comunali, che lo voleva accantonare per vincere le elezioni e non farsi risucchiare dallo scandalo del quale era accusato il consigliere: l’aver contribuito